Trip To Parma

Progetto concluso

Biciclettando, ecco come il nostro ultimo progetto arriverà a Parma partendo da Torino!

Trip To Parma è il tour ciclistico che condurrà il Presidente di Bechildren, Edi Righi, e quello di uBroker, Cristiano Bilucaglia, da Torino a Parma attraverso alcune tappe intermedie dall’1 al 4 agosto. Un tour nato con l’obiettivo di sostenere il programma solidale “Tutela e Diritti dei bambini disabili”.

Richiedi informazioni sul progetto scrivendo a:

Il programma “Tutela e Diritti dei bambini disabili”

Il programma “Tutela e Diritti dei bambini disabili” nasce con l’obiettivo di garantire una migliore qualità di vita ai bambini con disabilità e alle loro famiglie.

Come farlo? Innanzitutto, ponendo l’attenzione sulle problematiche legate al tema della disabilità nel mondo della scuola e, più concretamente, sull’applicazione delle leggi per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con handicap.

Problematiche e difficoltà che hanno aspetti sia emotivi che tangibili; aspetti che influenzano tutti gli ambienti sociali e pubblici sia dei bambini con disabilità che dei loro genitori, come ad esempio il lavoro.

Il programma è sviluppato assieme all’associazione ABC – Associazione Bimbi Chirurgici di Trieste –, da anni accanto ai piccoli pazienti nati con malformazioni e alle loro famiglie. ABC è un aiuto e un sostegno concreto durante tutto il percorso di cura del bambino: prima, durante e dopo il ricovero.

Un ciclo di webinar gratuiti

  • E’ necessario iscriversi collegandosi al sito dell’associazione ABC Burlo https://abcburlo.it/tutela_e_diritti
  • 3 settembre: “Il PEI: un aggiornamento per i professionisti” con Elisabetta Rovatti – Dedicato ai professionisti
  • 5 ottobre: “La facilitazione dei testi: uno strumento utile da utilizzare nelle scuole” con Carlo Scataglini Dedicato ai professionisti
  • 17 ottobre: “Disabilità e discriminazione: cosa dice la legge per tutelare i più piccoli” con Elisabetta Rovatti Dedicato alle famiglie
  • 8 novembre: “Il progetto di vita e le opportunità future” con Elena Bortolotti Dedicato a famiglie e professionisti
  • 28 novembre: “L’amministrazione di sostegno” con Elisabetta Rovatti Dedicato a famiglie e professionisti
  • 13 dicembre: “L’intervento psicoeducativo con i comportamenti problematici: un approccio comunicativo e emotivo” con Dario Ianes Dedicato a famiglie e professionisti

Il servizio “L’Avvocato risponde”

Un servizio gratuito per le famiglie: se sei un genitore e hai una domanda specifica in merito a bambini, disabilità e inclusione scolastica scrivi una mail all’indirizzo: tutelaediritti@abcburlo.it e riceverai risposta tramite l’’avvocato.

Il progetto di Bechildren

Bechildren vuole dare il suo contributo con alcune azioni:

  1. La realizzazione di una guida in formato cartaceo, dedicata ai non addetti ai lavori e alle famiglie. Questa verrà distribuita gratuitamente a tutti coloro che direttamente o indirettamente sono toccati da problematiche e difficoltà connesse alla disabilità.
  2. Un ciclo di webinar gratuiti e aperti a tutti. I webinar si focalizzeranno sui benefici e sui diritti contenuti nelle leggi e nelle pratiche che tutelano le persone con disabilità.
  3. La casella di posta “Un avvocato risponde”. È possibile porre via mail domande puntuali sul tema. Queste verranno inoltrate a un avvocato esperto per una consulenza e un approfondimento. La mail a cui è possibile scrivere è: tutelaediritti@abcburlo.it
Progetto Trip To Parma - BeChildren bicicletta

Perché un viaggio in bicicletta?

Trip To Parma è un progetto di solidarietà sociale che esige un impegno importante sia da parte dei promotori che da parte dei sottoscrittori.

Attraverso Trip To Parma, Bechildren vuole emblematicamente testimoniare che c’è un impegno di tutti i suoi esponenti e di tutti i suoi sostenitori. Impegno che si realizza non solo con una raccolta di risorse ma che viene espresso anche dalla fatica fisica.

uBroker, main sponsor della Associazione, asseconda e accompagna questo programma coinvolgendo il Presidente, Cristiano Bilucaglia, in prima persona nella pedalata, e i propri collaboratori, in seconda battuta, attraverso donazioni reali. Le tappe previste durante il percorso, inoltre, saranno per i collaboratori di uBroker un’occasione unica per incontrare i due Presidenti e aprirsi al dialogo davanti a un bicchiere di vino dopo tanti chilometri macinati.

Le Tappe

Sulle orme della via Francigena, seguendo il percorso ciclistico che costeggia il fiume Po, circa 360 km separano Torino da Parma.

Ecco tutte le tappe e le distanze di questo TRIP:

Progetto Trip To Parma - BeChildren tappe

1° tappa | 01/08/2023 |  70 km

Da Torino a Trino Vercellese

2° tappa | 02/08/2023 |  107 km

Da Trino Vercellese a Pavia

3° tappa | 03/08/2023 |  80 km

Da Pavia a Piacenza

4° tappa | 04/08/2023 |  90 km

Da Piacenza a Parma

Arrivo previsto presso l’Hotel Parma & Congressi!

1° tappa | 01/08/2023 |  70 km

Da Torino a Trino Vercellese

Dopo le mille vicissitudini, E. & C. partono in fretta e furia per Trino Vercellese.
Neanche a dirlo e, raggiunto il Po dopo Settimo Torinese, ecco la prima foratura da parte di E. Nessun problema: hanno la camera d’aria di scorta! Pit stop e si riparte.

Il fondo ghiaiato del tracciato a fianco del Po non è malvagio, ma sul percorso iniziano a incontrare qualche albero abbattuto a causa dai temporali dei giorni precedenti. I primi, con qualche acrobazia, sono “facilmente” scavalcabili, finché un enorme albero con grandi fronde e una massa imponente di rami obbliga i due ciclisti a uno stop.

Inserita la retro, E. & C. trovano una strada alternativa per poi rientrare, poco più avanti, sul percorso previsto. Proseguono senza intoppi su strade ghiaiose fra verdeggianti risaie, alcune delle quali già in spiga. In lontananza vedono i funghi della Centrale di Trino, quando sul sentiero appare un guado insidioso largo una decina di metri e percorribile solo a piedi con l’acqua fino al ginocchio. Bici in spalla – per non bagnare le borse sul portapacchi – e scarpe ai piedi, i due approdano sull’altra riva.

Poi, dopo una dozzina di km ecco Trino Vercellese. Sono le ore 19.00 e 74 km sono i km percorsi.

Da Trino Vercellese a Pavia

2° tappa | 02/08/2023 |  107 km

La seconda tappa si apre con una prima preoccupazione: trovare una nuova camera d’aria di scorta (benché E. avesse riparato quella bucata nel corso della notte). Il negozio di ricambi ciclistici a Trino c’è, ma all’arrivo di E. & C., verso le 9, la vetrata è chiusa e un cartello annuncia “torno subito”. Alle 9.30 ancora nulla, così si decide di cercare di meglio a Casale Monferrato. Venti km e una nuova camera d’aria dopo, si dirigono dritti fino a Frassineto Po per ricongiungersi all’argine maestro del fiume. Da qui inizia la parte più impegnativa di tutto il viaggio. Circa 30 km fino al ponte per Frascarolo con un fondo di percorrenza terribile: un ghiaione spesso più di qualche cm che non fa andare avanti le bici. Si procede e fatica, con una media di circa 10 km all’ora e il tratto sembra infinito. Arrivati sull’asfalto poco prima del ponte di Frascarolo, E. si accorge, a causa di una vibrazione inusuale della ruota posteriore, che il copertone ha una deformazione a S, una specie di vescica laterale con rigonfiamento, causato probabilmente da un grosso sasso sul precedente tratto impervio che ha leso la struttura dello pneumatico. Che fare? Pur chiedendo ai locali, non ci sono meccanici nelle vicinanze. Se non (forse) a Mede, ovvero 8 km di deviazione + altri 8 km per il ritorno. Sarà aperto? E. & C. decidono, con un pizzico di coraggio, di proseguire sul proprio percorso. Sono attesi alle 18 a Pavia e non possono mancare all’appuntamento. Le gambe dolgono, e anche il fondoschiena, ma la via è chiara: bisogna solo accelerare un po’ e… smettere di lamentarsi. Tutto si svolge come previsto: alle 18 un folto gruppo di amici di Bechildren e di collaboratori uBroker accolgono i pedalatori sul Ponte Coperto. Dopo 118 km percorsi, un’apericena e un interessante confronto con i presenti, un meccanico sostituisce il copertone della bici “ammalata”.

Da Pavia a Piacenza

3° tappa | 03/08/2023 |  80 km

Per E. & C. si prospetta una giornata tranquilla: nella teoria circa 62 km su strade molto più agevoli. E così sembra per i primi 20 km. E. & C. dopo il giusto riposo dalle fatiche del giorno prima, partono alle ore 10,30 da Pavia. Tutto procede regolarmente sulla via Francigena che alterna qualche pezzo asfaltato a lunghi tratti con ghiaia. Giunti al Ponte della Becca che attraversa il Po, la prima sorpresa è dover scavalcare il guardrail per accedere allo stretto percorso ciclabile che affianca quello motoristico. Inoltre, i due procedono con cautela in quanto le borse laterali posteriori sfiorano da una parte il guardrail e dall’altra il parapetto. Edi, che precede Cristiano, trascura però di stare attento al fondo di percorrenza, fatto con lastre di cemento posate in fila l’una all’altra. Ad un certo punto, E. manca una lastra e la ruota si abbatte sullo spigolo vivo di quella successiva. “Tump, tump” è il rumore orrendo che si sente e che permette a C. di evitare l’impatto violento. La preoccupazione è dipinta sui loro volti ma, dopo un primo esame, sembra che l’impatto non abbia lasciato conseguenze. I due proseguono percorrendo strade che affacciano su una zona a produzione intensiva di pomodori. Arrivati in una grande fattoria zootecnica, gonfiano la ruota posteriore di E. Cattivi presagi si manifestano all’orizzonte: la ruota perde un po’ di pressione e il cielo diventa blu scuro. E. & C., tuttavia, proseguono imperterriti verso Piacenza che ormai non dovrebbe essere lontana. Fra strade bianche in mezzo al mais e ai pomodori, E.& C. procedono con una sola preoccupazione: non arrivare troppo prima delle 18! Eppure, avrebbero dovuto preoccuparsi anche del cielo e della ruota posteriore. Il temporale, genera, un forte vento, contrario alla direzione di marcia dei due ciclisti che, in fila, alternandosi un po’, come prevede la tecnica per affrontare il vento, impiegano tutte le loro forze per sconfiggere l’intemperia, proseguendo a testa bassa. Troppo bassa! Edi, infatti, navigatore ufficiale della spedizione, non si accorge che il tracciato sulla mappa segna una svolta a destra e prosegue diritto. Dopo 7 km la strada li conduce a un punto morto e l’unica soluzione è il dietrofront. La ruota posteriore di E. è sempre più “appassita” e il vento taglia le gambe. Nonostante tutto, i due raggiungono in orario il Baciccia, il locale dove li aspettano numerosi e calorosi amici di Bechildren, attorno a un buffet di frutta, pizza, bevande e palloncini colorati. Dopo le chiacchiere e i saluti, E. & C si apprestano a raggiungere l’albergo ma la ruota posteriore di E. è decisamente sgonfia. La stanchezza è troppa e il cambio di camera d’aria è rimandato. Si va come si può! Km totali percorsi 88.

4° tappa | 04/08/2023 |  90 km

Da Piacenza a Parma

Prima scena della giornata: Edi davanti all’albergo, con la bici capovolta, che sostituisce la camera d’aria. Seconda scena della giornata: arriva in auto da Modena un terzo pedalatore che accompagnerà E. & C. nell’ultimo tappa. Lui è Ulisse, un collaboratore di uBroker e un sostenitore di Bechildren. Si forma così un terzetto E. + C.+ U. Infatti, il viaggio in bici è aperto a tutti coloro che lo desiderano fare. E. + C.+ U. si avviano verso Parma. 82 km ad attenderli. Il vento è ancora contrario, ma il fondo stradale è il migliore fin qui trovato. Il paesaggio ritempra dagli sforzi compiuti. Sulla strada si alternano le chiacchiere sull’Associazione, sull’Attività, sull’Azienda e qualche approfondimento di botanica e cucina. Il passo, nonostante il vento, è spedito, complice l’allenamento dei giorni precedenti. Il terzetto rischia di arrivare troppo presto a Parma per cui all’altezza di Caorso, dove il tracciato prevede di lasciare il Po per i coltivi padani, C. propone una via alternativa, ancora sull’argine maestro del Po, seguendo una lunga ansa del fiume fino a Villanova sull’Arda da cui, poi, riprendere il tracciato originale. Si tratta solo di allungare il percorso di una ventina di km! La proposta viene accolta con entusiasmo e via via, passando per Monticelli, d’Ongina, a fianco dell’isola Serafini, Mezzano Chitantolo (di fronte a Cremona), su di un percorso paesaggisticamente molto bello, E. + C.+ U. sono contenti della scelta fatta, ma devono fronteggiare una zona in cui il vento è tornato ad essere prepotente. E poi, manco a dirlo, ecco che la ruota anteriore di E. si sgonfia perforata da 2 spine. Questa volta è la camera d’aria di scorta di C. che sopperisce all’impellenza. In fila indiana E. + C.+ U., sbuffando e in silenzio, arrivano al percorso originale, passando poi per le zone verdiane di Busseto e di Roncole Verdi, (dove il vento si placa) fino alla famosa area dei salumifici parmensi (San Secondo, ecc). Il traguardo è ormai vicinissimo. A Parma, un foltissimo gruppo di amici di Bechildren e collaboratori di uBroker accoglie festoso i pedalatori. Seguono i discorsi di chiusura e ringraziamento e un piccolo rinfresco. L’atmosfera è ricca di empatia e gioia. Anche oggi, i due Presidenti e Ulisse hanno percorso ben più di 100 km.

Seguici fu Facebook e Instagram per non perdere tutti gli aggiornamenti!

Richiedi informazioni sul progetto scrivendo a:
Contattaci

Non siamo in giro adesso. Ma puoi inviarci una e-mail e ti risponderemo al più presto.