Facciamo scuola e cura

Già dal nome si intuisce la duplice azione di questo progetto di solidarietà.
Come sempre ci focalizziamo sui più piccoli, che in queste regioni soffrono di gravi carenze alimentari, malattie tradizionali ma anche tropicali, come la malaria e la tubercolosi.

madagascar.

Aiuteremo quindi AMGA (associazione Amici di Don Pietro Ganapini) a sostenere l’ospedale di Ampasimanjeva.

Qui 4 medici e svariati missionari faticano a dare il sostegno medico necessario alla popolazione. Manca l’energia elettrica durante il giorno e i rifornimenti di medicinali e vaccini sono scarsi, talvolta assenti.

Queste giovani vite si meritano un futuro. Oltre a sostenere l’ospedale infatti, costruiremo una scuola nella periferia della città, la arrederemo e la riforniremo di libri, penne e tutto il materiale necessario alla crescita di queste giovani menti sopravvissute.

E investendo una parte dei fondi al sostegno delle famiglie sempre più bambini potranno istruirsi e migliorare non solo la loro vita ma anche quella del loro paese.

Svilupperemo il progetto unitamente a AMGA, ovvero l’associazione Amici di don Pietro Ganapini, operativa in Madagascar da molti anni. Con lo scopo di realizzare un edificio scolastico nelle campagne alla periferia di Antananarivo, capitale del Madagascar e di aiutare la sopravvivenza di un piccolo ospedale a Ampasimanjeva.

Perché?

1

SCUOLA. In tutto il Paese e specie nelle periferie delle città vi è un alto tasso di analfabetismo e di povertà crescente di cui spesso sono vittime i bambini più piccoli. Costruire le scuole per questi bambini in ogni parte della regione, piccole cittadine, villaggi, borgate è fondamentale per offrire uno sbocco civile alla loro condizione.

2

CURA. Ad Ampasimanjeva vi è un ospedale denominato Fondation Médicale Ampasimanjeva sorto negli anni sessanta per offrire un servizio sanitario alla popolazione per un bacino di utenza di circa 50.000 abitanti. L’ospedale è seguito da missionari e vi lavorano 4 medici malgasci. Nei reparti che sono – pediatria, maternità/ostetricia, medicina generale ed un padiglione per gli ammalati di tubercolosi – possono essere ricoverate fino a un centinaio di persone. M le risorse per l’acquisto dei medicinali e delle attrezzature medicali sono al lumicino.

In che modo operiamo?

La scuola non sarà una opera di sola assistenza solidale. Il principio di azione sarà di mettere  a disposizione un fondo  pari al 50% del costo della realizzazione dell’opera . L’altro 50% dovrà  essere messo a disposizione dalla gente del villaggio, ossia i genitori e tutta la comunità che ne fa richiesta. La scuola dovrà essere arredata e fornita di materiale didattico per gli alunni, cartine, libri, quaderni e materiale per un centinaio di alunni.  Il nostro contributo sarà destinato al costo dei materiali e attrezzature, mentre la comunità si impegnerà col lavoro di costruzione e con il costo di mantenimento dell’insegnate.
L’ospedale è in una area nel sud-est del Madagascar che vive una condizione di forte emarginazione economica. Ad Ampasimanjeva non c’è luce elettrica pubblica. La luce viene erogata nelle ore serali da gruppi a gasolio, ma l’approvvigionamento del gasolio nella zona è difficile e costoso.

La struttura sanitaria soffre di questa povertà generale e sostenere l’attività del reparto della pediatria per ripristinare la scorta di medicinali e vaccini e per assistere e curare i bambini che vengono ricoverati è fondamentale. Ogni giorno si presentano all’ambulatorio dell’Ospedale molte mamme con i loro bambini affetti da malattie tradizionali ma anche malattie tropicali (malaria, drepanocitosi ecc.), o gravi carenze alimentari.
A fronte del nostro aiuto abbiamo chiesto un segno ( poco più che simbolico, ma eticamente significativo) al personale retribuito dall’ospedale di devolvere una ora al mese del loro tempo e per un anno sottoforma di lavoro aggiuntivo non retribuito.
Non ci resta che dare vita e concludere rapidamente questo nuovo progetto di solidarietà sociale di BeChildren.

Contattaci

Non siamo in giro adesso. Ma puoi inviarci una e-mail e ti risponderemo al più presto.